Monthly Archives marzo 2013

RIFLESSIONI SULL’ANNUNCIO DELLA RESURREZIONE

“Il messaggio più antico che possiamo cogliere è quello del Cristo risorto.”

 La storia della Passione è il documento che niente può fermare l’Amore. E la Speranza è un amore esultante, l’alleluia dell’Amore. La Speranza non è un sepolcro vuoto: è Lui che vive nel Padre e in ogni creatura che ha fame e sete, ed è ignudo o senza casa, malato o prigioniero. Il fratello è di qua del sepolcro, perché la Speranza cammina oltre il sepolcro. (Primo Mazzolari) 1

Nella predicazione cristiana primitiva l’annuncio della risurrezione aveva un posto assolutamente centrale. Oggi possiamo studiare con i mezzi raffinati della ricerca storica e critica le origini del cristianesimo andando molto indietro nel tempo...

Leggi tutto

IL MARTIRIO DEL BAGOLARO: UN GIALLO STORICO NEL RISORGIMENTO SICILIANO

“Curiosità e un pizzico di adrenalina ci accompagnano tra le pagine della fatica letteraria del Russo”

 copertina Acireale, metà Ottocento. La Città si tinge di giallo. E’ quanto raccontato da Rosario Russo, che, nella sua prima fatica letteraria, ci fa dono di un romanzo di genere storico dalla veste thriller. La narrazione avviene attraverso una prosa originale che suddivide il componimento letterario in due parti: nella prima, i personaggi che popolano le scene si catapultano incontrastati e, come in un’opera teatrale pirandelliana, solcano il palco con un’ imposizione tale da divenire in primis “forza narrante”: sono essi stessi a tessere la trama, gli autori “ensemble” che scrivono nero su bianco la vicenda ideata dal Russo...

Leggi tutto

APPUNTAMENTO CULTURALE CON IL ROMANZO “IL MARTIRIO DEL BAGOLARO”

“Sfondo del romanzo è un Acireale che serba ancora i retaggi di una mentalità conservatrice negli usi e nei costumi”

Un altro interessante incontro con Rosario Russo, autore del romanzo storico “Il martirio del Bagolaro” edizioni Carthago, quello che si è svolto lo scorso 23 marzo nella libreria catanese Vicolo Stretto. A presentare la prima fatica letteraria del Russo, gli scrittori Maria Cristina Torrisi e Salvo Cavallaro.

A sinistra Salvo Cavallaro, al centro Rosario Russo e a destra Maria Cristina Torrisi

A sinistra Salvo Cavallaro, al centro Rosario Russo e a destra Maria Cristina Torrisi

Il lavoro del Russo – ha spiegato il Cavallaro – nasce da alcuni studi intrapresi dal Russo per la tesi di laurea e anche grazie alla passione per la letteratura che si concentra molto sulla venerazione che lo scrittore ha per le opere del Verga, di Pirandello e di De Rober...

Leggi tutto

LE TRADIZIONALI RICETTE DI PASQUA

“ ‘U sciuscieddu è una tipica minestra messinese, ma comunque d’origine francese, preparata per celebrare anche in cucina la festività della Pasqua.”

Cartolina di PasquaLa cucina siciliana si caratterizza per la semplicità degli ingredienti usati, come le verdure, ed anche per il largo uso della fantasia personale che la rende davvero molto ricca e saporita. È proprio grazie alla fantasia dei cuochi professionisti e delle massaie ed alla immensa varietà dei prodotti offerti dalla terra e dal mare che la cucina isolana è diventata celebre in tutto il mondo.

Prodotti gastronomici particolari come i gelati e le granite, contorni elaborati come le caponatine e primi piatti celebri come le impanate sono solo alcune delle più succulente ricette elaborate in Sicilia ed apprezzate ovunque.

È soprattutto d...

Leggi tutto

PRESENTATO IL ROMANZO DELLA SCRITTRICE ACESE MARIA CRISTINA TORRISI

“Nabeel Hassan, il protagonista del romanzo, che ci ricorda che la vita è una piccola parte dell’eternità,  un dono da saper condividere con i nostri fratelli per riuscire a fondare il nostro regno sull’amore e non farlo mai tramontare, in modo da stringere legami d’amore che  continueranno nell’ aldilà.”

Grande partecipazione di pubblico lo scorso 16 marzo nella sala del Centro Culturale “Don Francesco D’Urso” di Acireale, presieduta da Giacomo Trovato, per la presentazione del libro della scrittrice e giornalista acese Maria Cristina Torrisi, dal titolo “La vite e il tralcio” (Il suo nome era Jesus).

A sinistra Giacomo Trovato, al centro Maria Cristina Torrisi, a destra Anna Rosaria Gioeni

A sinistra Giacomo Trovato, al centro Maria Cristina Torrisi, a destra Anna Rosaria Gioeni

A relazionare sul romanzo è stata la teologa dott...

Leggi tutto