CATANIA, IN PIAZZA PER DIFENDERE LA DIGNITA’ AL LAVORO

IMG-20150612-WA0003

In primo piano

A cura di Maria Cristina Torrisi

Foto e Intervista di francesco Marano

L’INTERVISTA

 

IMG-20150612-WA0003

Sono scesi in Piazza con forza e coraggio ieri pomeriggio, 11 Giugno 2015, per protestare contro lo stato di precarietà lavorativo. I protagonisti della vicenda sono gli impiegati delle varie provincie della Sicilia orientale che, dopo la manifestazione di Palermo, si sono riuniti in Via Etna a Catania, davanti agli uffici postali, per manifestare insieme e dire no ai nuovi tagli di Poste Italiane. L’Azienda, infatti, punterebbe alla chiusura di ben 450 uffici e l’apertura, a giorni alterni, di altri 609, con la chiusura di 27 agenzie in toto.

 

IMG-20150612-WA0005

 

IMG-20150612-WA0004La strategia aziendale è stata ampiamente ostacolata e discussa dai dipendenti, circa duemila lavoratori giunti dalle province di Messina, Siracusa, Ragusa, Enna e Caltanissetta, adunati per difendere la propria dignità lavorativa.

Erano presenti, tra gli altri, il Segretario Generale della Cisl Sicilia Mimmo Milazzo, il Segretario della Cisl Sicilia Giuseppe Lanzafame.

Ai nostri microfoni, abbiamo raccolto l’intervista del Segretario Provinciale Cisl Salvo Di Grazia.

IMG-20150612-WA0006