Storia

LA FIERA FRANCA DI SANTA VENERA

A cura di Mariella Di Mauro

“Nel  1190 vi eressero una “Edicola” per il culto della santa. Da diversi secoli, comunque, la contrada era divenuta luogo di incontro e di libero scambio commerciale.”

2Non distante da Acireale esiste un luogo, oggi chiamato Santa Venera al pozzo, o meglio Aci antico, vicino alle terme romane, dove anticamente vi si stabilirono gli antenati degli acesi per ripararsi dalle scorrerie dei saraceni. Il sito, ricco di acqua, divenne il centro delle attività di coloro che ivi dimoravano...

Leggi tutto

LA BANDA DEI REIETTI

L’omosessuale era condannato dalla società per la sua devianza, la prostituta, invece, rappresentava il male, ma quello necessario perché garantiva all’uomo gli eccessi.

A cura di Mariella Di Mauro

Il medioevo buio e tetro amava creare più divisioni di quante già ce nemedioevo 2 fossero! Molte erano le persone che venivano emarginate per i motivi più strani, nani, teatranti, vagabondi, mendicanti, prostitute, pazzi, omosessuali, ladri, furfanti, lebbrosi, ebrei. Il mondo medievale era molto colorito e vivace, peccato che queste persone erano costrette a vivere ai   margini della società e, spesso, in contrasto con essa, estromessi da qualsiasi forma sociale, disprezzati, emarginati o perché negavano le regole vigenti o perché ne disprezzavano i principi morali: erano i reietti del medioevo...

Leggi tutto

I MULINI AD ACQUA

“L’acqua che fluiva nel nostro terreno, argilloso o vulcanico, si arricchiva, e si arricchisce tutt’oggi, della ricchezza delle sostanze che la nostra terra ci dona gratuitamente.”

 

Questa breve storia parte dal territorio dell’antica Aci, il quale comprendeva, all’incirca, tutti i piccoli comuni che ne presero il nome.  In questa zona, che aveva come centro la “Reitana”, settecento anni di storia hanno visto svilupparsi la via dei mulini che ha resistito al tempo, ma non alla  speculazione edilizia che ebbe inizio negli anni settanta, del nostro secolo, e all’incuria di noi esseri umani. Solo un occhio attento e amante della nostra storia riuscirebbe, ancor oggi, a distinguere tracce di questi antichi mulini...

Leggi tutto

VITA MEDIEVALE

“Andavano a caccia, ricevevano ospiti illustri, e tenevano nei loro palazzi i giullari per rallegrare i loro sontuosi  banchetti e le loro serate. I poveri, al contrario, vivevano la giornata mangiando quel poco che veniva dato loro come “stipendio” per gli innumerevoli servigi ai padroni.”

Come vivevano quotidianamente le persone nel medioevo? Quali erano le abitudini più comuni, come si vestivano, con cosa si sfamavano, quali erano, solitamente, le loro abitudini, i loro mestieri; come vivevano la morale, medioevola religione; e che distinzione c’era tra la povera gente e i signori benestanti? Certo, per capire meglio una civiltà è necessario sapere come la gente vive ogni giorno...

Leggi tutto