AGIRA

Per la posizione strategica del sito che le origini di Agira, si perdono nella preistoria, tra mito e ricerca archeologica.”

 agira1

Fig. 1 Stampa di Agira fatta eseguire da Saint Non in occasione del suo viaggio in Sicilia (1781 – 1786)

 

 “ ……paese mio che stai su una collina, disteso come un vecchio addormentato……” Infatti, avvicinandoci ad Agira, colpisce il suo svilupparsi adagiata sul fianco del monte Teja, dalla vetta fino al piano, dai resti del castello, che da lontano danno un’idea della sua maestosità, ai campanili che svettano tra i tetti delle case.

Il monte Teja è un arco naturale di roccia con un’altezza di 824 m. ed è l’epicentro di un’area che comprende le valli del Dittaino e del Salso e la parte occidentale della Piana di Catania.

E’ una delle ...

Leggi tutto

GIOTTO E I SETTECENTO ANNI DEGLI AFFRESCHI DELLA CAPPELLA DEGLI SCROVEGNI.

“Il segreto degli affreschi padovani è da cercare soprattutto nella visualizzazione in termini religiosi dei personaggi “senza nome” del suo tempo, ma che rappresentano rigorosamente le scene secondo una sequenza che tiene conto dell’andamento dei testi sacri, se è vero che il “coro” dei chierici, durante la lettura dei libri liturgici, segue gli affreschi secondo la progressione numerica delle scene.”

 

Senza titolo-1Sono trascorsi all’incirca settecento anni dalla conclusione degli affreschi della Cappella degli Scrovegni, nella quale Giotto ha realizzato il ciclo di 103 riquadri dedicato alla vita di Gesù e considerato il capolavoro assoluto di Giotto e dell’arte del ‘300 in Europa. Proveniente da Assisi ove “dipinse –ha scritto il Ghiberti nei Commentari- quasi tutta la p...

Leggi tutto

AMARCORD: UN’EMIGRANTE DI RITORNO

Parte prima

Mi chiamo  Graziella,  sono  nata il 12 febbraio 1949  nel  “The Presbyterian Hospital in the city  of New York – 622 West  168th Street – New York 32, N. Y.

Sono tornata in Sicilia con mia madre e mia sorella, anch’essa nata in America, con la nave  “Il conte Biancamano” partita da New York il 9 agosto 1952 ed arrivata a Palermo  il 19 agosto.

Particolare che si nota nel biglietto che conserviamo è che esso viene fatto presso l’agenzia  “Manno travel agency” 889 So. Orange Av. East Orange, New Jersey.

Faccio notare che Manno è un cognome agirino e dalla mia ricerca sull’emigrazione ho rintracciato ben  44  Manno emigrati dal 1901 al 1923.

Ma conviene partire dall’inizio ……..

Mio padre Luigi, di Giuseppe e di Grazia,  era nato il 28 lugl...

Leggi tutto

ALFONS MUCHA: L’ARTISTA PATRIOTA

“Una fama già predetta da Sara Bernhardt. L’attrice non si sbagliava: il 5 Giugno del 1897 si inaugurava presso il Salon Des Centes una esposizione di 448 pezzi a firma dell’autore…”.

 

Parte prima

 

artista“ Ero felice di essere impegnato in un’arte per il popolo e non per i “ Salon”, un’arte a buon mercato e alla portata di tutti”. Così si esprimeva Alfons Mucha, che, come altri artisti suoi contemporanei, faceva parte di un movimento di idee a favore di un’arte sociale che venisse distribuita a tutti e che, come l’aria e la luce, fosse ovunque, nella casa dell’artigiano come in quella dell’artista.

Molti suoi lavori furono stampati sulle stoffe che servivano come complementi di arredo e per cifre non esose si poterono acquistare i paraventi decorati con i suoi...

Leggi tutto

LA POSTA DEL CUORE

postacuoreSono coinvolta in un rapporto molto difficile con un uomo che frequenta contemporaneamente diverse donne e non nasconde, almeno a me , la presenza delle altre, vantandosi di essere “chiaro e sincero” nei miei confronti. Lui è appagato e tranquillo, mentre io mi sento frustrata, insoddisfatta,  e soprattutto ferita dal suo comportamento. Più volte ho tentato di chiudere con lui, ma dopo alcuni mesi di silenzio si è sempre rifatto vivo cercando di ricucire quella che definisce la nostra grande “amicizia”. Per me è stato molto difficile resistere ai suoi assedi, e, dopo qualche tempo, ho finito coll’arrendermi, pur essendo consapevole della sua inaffidabilità. Ora mi ritrovo di nuovo al punto di partenza...

Leggi tutto