Monthly Archives gennaio 2018

GLI ESSERI ANIMATI NEI MURALES DI ROSARIO EMANUELE PALERMO

2018-01-22 00.34.11_1516629853049_resized

ARTE/CRITICHE D’ARTE

A cura di Maria Cristina Torrisi

FB_IMG_1516194325079

Pittore visionario – idealista, Rosario Emanuele Palermo (Makeba) è capace di estraniarsi dalla realtà circostante per permettere ad una altra dimensione di inghiottirlo in un mondo parallelo, interiore, invisibile, in cui il tempo e lo spazio divengono un’illusione.

Si esprime e comunica con i colori dell’anima, con gli impulsi che avverte interiormente, tramutando la forza di pensiero in emozioni, trasmissibili agli altri attraverso gli input dettati dalla combinazione delle sue cromie.

20180121_234242_1516629849535_resized

2018-01-22 00.34.11_1516629853049_resized

20180121_234250_1516629851152_resized

In Eden ricorda, seppur non in maniera incisiva, i colori utilizzati da uno dei più insigni interpreti del post-impressionaismo:il pittore francese Paul Gauguin, nell’opera “La Orana Maria”, l’opera realizzata nell’ amata Tahiti...

Leggi tutto

L’ARMONIA CROMATICA NEL MURALES DI ROSARIO EMANUELE PALERMO

FB_IMG_1516195731390

ARTE

A cura di Alba Maria Massimino

FB_IMG_1516195731390

Nel murales “Eden”, l’artista Rosario Emanuele Palermo regala all’osservatore l’immediato effetto di trovare un mondo ben custodito, da scoprire ed infine da esplorare, dietro una porta.

E’ come accedere in una sfera magica che invita a tuffarsi dentro una amalgama di cromatismi in cui la pennellata è fluida ed il percorso obbligatorio.

L’artista ci immette in un circuito colmo di simboli che permettono di indirizzare verso un percorso ed al tempo stesso di deviarne il senso. E’ lo stile elegante e inquieto di Rosario Emanuele Palermo.

Ogni colore ha il suo habitat che ne stabilisce il confine con il successivo, in una continuità da percorrere...

Leggi tutto

Sold out per il concerto di Massimo Ranieri

IMG-20180117-WA0006

Recensioni ed Eventi/Spettacolo

A cura di Giusy Pagano

Foto di Chiara Leonardi

IMG-20180117-WA0006

Tutto esaurito per il concerto di Massimo Ranieri che si è tenuto lunedì 15 gennaio presso il teatro Metropolitan di Catania.
L’artista ha interpretato magistralmente il ruolo di attore, cantante e ballerino, un vero showman, intrattenendo il numeroso pubblico per due ore di spettacolo.

IMG-20180117-WA0005
Massimo Ranieri, pseudonimo Giovanni Calone, nasce a Napoli il 3 maggio 1951. Un cantante con decenni di proficua carriera alle spalle, è considerato uno dei personaggi dello spettacolo più apprezzato.
E lunedì scorso l’artista napoletano ha conquistato il pubblico di Catania con le sue canzoni, che non hanno età.
Infatti, aperto il sipario del teatro, accese le luci, e’ arrivato lui: giacca di velluto, camicia bianca, pa...

Leggi tutto

Il 30° del MASCI AD ACIREALE

26730982_10210207774301243_6789172784105027034_n

Recensioni ed Eventi
A cura di Maria Cristina Torrisi
Foto Mario Fiorini

COPERTINA
Il Movimento Adulti Scout acese compie 30 anni. Una presenza silenziosa ma decisamente operativa nel nostro territorio. Nel lontano dicembre del 1987, un gruppo di persone che avevano fatto l’esperienza scout nell’età giovanile, decisero di continuare a vivere uno scoutismo per l’età adulta e a proporlo a persone che non lo conoscevano. Il 9 gennaio 1988 il Movimento venne ufficialmente costituito nella Sala-teatro della Parrocchia Cuore Immacolato di Maria. Il primo “Magister” chiamato a coordinare la Comunità acese fu il Preside Alfonso Sciacca.

26907045_1984736538233690_827666043949454074_n
Domenica 14 gennaio u.s...

Leggi tutto

NEI LAVORI DI ROSARIO EMANUELE PALERMO, L’INCANTO DELL’IRREALE NELLA POETICA DELL’IMMAGINARIO

IMG_4147

ARTE

A cura di Carla D’Aquino Mineo

IMG_4147

Un dinamismo visivo dell’espressione
pittorica rende peculiare la splendida
produzione artistica di Rosario Emanuele Palermo, nella
quale scorre un’ambientazione astratta con componenti geometriche, in un’elaborazione dettata da una vibrante emozionalità del colore. Ecco perché i suoi dipinti appaiono spontanei in fluidità di forme e colori che percorrono una spazialità sempre nuova ed ideale, ma nello stesso tempo fermamente
basata su una trasfigurazione simbolica dei dati figurali. In tal modo, volti della memoria sfilano davanti al nostro sguardo, comunicando senza parole in una dimensione surreale che si abbandona nei meandri più nascosti dell’inconscio, mentre il sogno coinvolge lo spettatore che si inoltra in un nuovo mondo...

Leggi tutto