Curiosità

Il Misto Umberto “Re di maggio”

image2

IL RICETTARIO

A cura di Franco Di Guardo
Leggi tutto

Il Ricettario: Li “Ciambelli” pasquali

image1
Il Ricettario
A cura di Franco Di Guardo
Fra le tante feste religiose, la Santa Pasqua in Sicilia è senza dubbio la festa più sentita e celebrata nell’isola, lo dimostrano non solo le suggestive processioni della settimana Santa, ma anche gli innumerevoli dolci realizzati dai maestri pasticceri ed esposti nelle vetrine delle dolcerie oppure quelli fatti in casa dalle donne siciliane.
image1
I dolci Pasquali sono carichi di storia, di tradizioni, di cultura gastronomica e di profonda fede, i più conosciuti si possono trovare in ogni parte della Sicilia, altri invece restano circoscritti a livello locale. Come ad esempio: “i’ Cosi i’ Pasqua”
antichissimi e tradizionali dolci di Castelbuono, preparati con uova, manna e farina e consumati a colazione la mattina di Pasqua...
Leggi tutto

Margherita di Savoia: da Regina d’Italia a “influencer” degli italiani

Il Ricettario

a cura di Franco Di Guardo

In Italia, alla fine dell’Ottocento, in piena epoca “umbertina”, nacque il cosiddetto “margheritismo”, ispirato a Margherita di Savoia, la prima Regina d’Italia consorte di Re Umberto I. In quel momento storico fu considerata “la donna giusta al momento giusto”, una vera e propria “influencer” dei suoi tempi, amante della letteratura, dell’arte, della storia, della musica e della politica, parlava correttamente quattro lingue, e con il suo carisma riuscì persino a conquistare anche i repubblicani più ostili, che al suo cospetto si toglievano il cappello e si chinavano per il baciamano...

Leggi tutto

Il Ricettario: i biscotti Balilla

image1

Il Ricettario

A cura di Franco Di Guardo

BALILLA è il nome del fanciullo che a Genova nel 1746, col suo gesto di ribellione, diede inizio alla rivolta popolare contro gli Austriaci. Questa figura fu utilizzata e strumentalizzata dal regime fascista come simbolo della sollevazione degli oppressi, e divenne modello di un’infanzia omologata a una visione militarista dell’Italia. L’Opera Nazionale Balilla nasce il 3 aprile del 1926, ed era finalizzata all’assistenza e all’educazione fisica e morale della gioventù, infatti la cultura militare si fuse con l’educazione fisica e la scuola pubblica divenne un luogo di propaganda. L’ONB era suddivisa in tre categorie in base all’età, ai Balilla appartenevano solo i giovani di 8 e 14 anni.

image0

“Balilla” era anche il nome di un ele...

Leggi tutto

LA CHISSȌLA

image1

IL RICETTARIO

A cura di Franco Di Guardo

“Sostenetemi con focacce d’uva passa,

 rinfrancatemi con pomi,

perché io sono malata d’amore”.

 (Cantico dei Cantici, 2,5)

La “Chissöla” era un pane tradizionale delle valli bergamasche, oramai dimenticato ai giorni nostri, lo ricordano solo i nonni che durante il periodo bellico o nei periodi difficili, era per loro il pasto completo.

image0

Questa antica ricetta mi è stata gentilmente data dalla signora Ileana Pezzotta, grazie all’interessamento di sua nipote Giulia Gualdi, studentessa liceale ad Alzano Lombardo...

Leggi tutto