Le Odi

LE ODI

227

LE ODI

di Lorenzo Marotta

piedi-nudi

A piedi nudi
percorro la terra
impastata di fango e sole.
Non mi guida
una stella.
Il cielo è nero come
la mia pelle.
Colpa fu nascere
da donna scura.

 

227
CERCO DIO

Cerco nel fondo
della bottiglia
il mio Dio
che non trovo.
Placo per poco
il dolore
per riemergere – più solo –
ai lugubri
latrati della notte.
Nel buio una sagoma
come di croce
protende le sue braccia.
E’ fatta di uomini e donne
sperduti nella solitudine e
nell’abbandono.
Si fa luce
il mio cuore.
Riconosco in quella croce
il mio volto.

Leggi tutto

LE ODI: MAI PIÙ, DONNA!

violenza-contro-donne-e-femminicidio-jpg1_-jpg2_

LE ODI

MAI PIÙ, DONNA!

di Lorenzo Marotta

violenza-contro-donne-e-femminicidio-jpg1_-jpg2_
Schiacciato sotto il peso
della furia che come grandine
si abbatte su di te, donna,
invoco umiliato
il perdono che non può darsi.
Alzo la mano
Non lo sguardo
Provo vergogna.
Non basterà il mio tempo
Per cancellare
l’offesa.
Non basterà il mio tempo
per risarcire
la dignità ferita.
Non basterà il mio tempo
per placare
il rimorso che non riposa.
Mai più, Donna!

Leggi tutto

LE ODI: IN VIAGGIO

on-the-road

LE ODI

IN VIAGGIO
di Lorenzo Marotta

on-the-road

Vivo
con la fatica di esistere.
Solo
in viaggio con me stesso.
Il passo di altri compagni
dice
dello stesso respiro dell’anima
protesa
nell’impervia salita.
Avanti – ripeto –
ancora un po’!
C’è il sole
dietro la curva.
Una moltitudine è in viaggio
prima di te, degli altri.
La vita
sei tu.
Avanti
senza fermarsi.
È bello camminare … camminare…..
insieme!

Leggi tutto

LE ODI : SI MUORE AD ALEPPO

syrien-aleppo-2

LE ODI

SI MUORE AD ALEPPO

di Lorenzo Marotta

 

syrien-aleppo-2

 

Non c’è vita ad Aleppo
sventrata
dai fuochi incrociati
di morte.
Non c’è pietà ad Aleppo
devastata
dal furore dell’odio
di tiranni nascosti.
Si muore ad Aleppo
spettrale cumulo di macerie.
Invano si levano
al cielo oscurato
lamenti di bambini sepolti
Invano corrono nella polvere
mani protese di aiuto.
Non c’è speranza ad Aleppo
simbolo di ferocia e crudeltà.
Si muore ancora ad Aleppo
nell’indifferenza del mondo
dorato del Potere.

Leggi tutto

LE ODI: SI MUORE A MOSUL

mosul-distrutta_1480205

SI MUORE A MOSUL

di Lorenzo Marotta

 

mosul-distrutta_1480205

Cos’è questo scalpore
che ferisce l’aria,
questo rumore di tuoni
che trapassano i muri.
Non c’è voce laggiù
umana
solo il crepitare rossiccio
delle armi e l’agonia
per chi il sole è spento.
Si muore a Mosul,
la polvere è pesante
l’aria è satura di morte.
Danzano stuoli
di corvi
sui cadaveri infestati
di mosche e sangue.
Una tenera margherita
scampata
nello strazio indica
l’alba che si rinnova.

Leggi tutto