Le Odi

LE ODI

download

LE ODI

MARI   N’TRA LA TERRA

di Giusy Pagano

download

Si c’è na cosa, ca mi fa stari bbeni,

0 m’postu, unni ju’ vulissi stari,

chistu è u mo mari…

e nuddu da testa, mi lu po’ cancillari.

Mi fermu uri a taliallu,

quannu è cammu, e, macari quannu è

priputenti, furiusu e timpistusu.

Ma, o stissu tempu,

ranni e immensu di taliari,

ca macari l’occhi ti fa stancari.

Quanti misteri, quanti segreti teni ammucciati

N’do so funnali.

Ppi mia lu mari, è comu du vrazza

ca, ti stringiunu forti, forti.

Ma, si non si capaci di stari a galla e sapiri natari,

iddu, ti po’ fari macari affunnari.

Ogni tantu, senti u mari murmuriari,

e… quannu l’unna s’innamura di lu mari,

tutti e dui vanu daccordu, e n’da li scogghi si vanu a vasari.

A li mo spaddi, la nostra timpa,

giganti e m’pune...

Leggi tutto

VERSI DI UNA NOTTE D’ESTATE

1500642399000

LE ODI

A cura di Antonino Leotta

Foto di A. L.

1500642399000 (1)

La nostra vita oggi si rassomiglia, spesso, a una carretta del mare sbattuta da onde in tempesta. Anche se ne respingiamo l’idea, siamo emigranti che rischiamo sopravvivenza sulla stessa terra che ci ha generati. Tanti i pericoli che tentano di travolgerci. Tanti i problemi che tormentano le nostre notti insonni, le nostre ore avvelenate di incertezze.

Mi chiedo spesso se è vero che un tempo si riusciva ad essere più distesi. E più sereni. E mi pare di aver ritrovato un punto di ancoraggio che ci infondeva una certa sicurezza interiore.

1500642399000

Anni fa eravamo più attenti a cogliere le voci e i volti della natura. Pare che ci danzassero attorno. Trasformando i nostri sentimenti in soavi sguardi di contemplazione. Ed anche in slanci di amore.

V...

Leggi tutto

LE ODI

227

LE ODI

di Lorenzo Marotta

piedi-nudi

A piedi nudi
percorro la terra
impastata di fango e sole.
Non mi guida
una stella.
Il cielo è nero come
la mia pelle.
Colpa fu nascere
da donna scura.

 

227
CERCO DIO

Cerco nel fondo
della bottiglia
il mio Dio
che non trovo.
Placo per poco
il dolore
per riemergere – più solo –
ai lugubri
latrati della notte.
Nel buio una sagoma
come di croce
protende le sue braccia.
E’ fatta di uomini e donne
sperduti nella solitudine e
nell’abbandono.
Si fa luce
il mio cuore.
Riconosco in quella croce
il mio volto.

Leggi tutto

LE ODI: MAI PIÙ, DONNA!

violenza-contro-donne-e-femminicidio-jpg1_-jpg2_

LE ODI

MAI PIÙ, DONNA!

di Lorenzo Marotta

violenza-contro-donne-e-femminicidio-jpg1_-jpg2_
Schiacciato sotto il peso
della furia che come grandine
si abbatte su di te, donna,
invoco umiliato
il perdono che non può darsi.
Alzo la mano
Non lo sguardo
Provo vergogna.
Non basterà il mio tempo
Per cancellare
l’offesa.
Non basterà il mio tempo
per risarcire
la dignità ferita.
Non basterà il mio tempo
per placare
il rimorso che non riposa.
Mai più, Donna!

Leggi tutto

LE ODI: IN VIAGGIO

on-the-road

LE ODI

IN VIAGGIO
di Lorenzo Marotta

on-the-road

Vivo
con la fatica di esistere.
Solo
in viaggio con me stesso.
Il passo di altri compagni
dice
dello stesso respiro dell’anima
protesa
nell’impervia salita.
Avanti – ripeto –
ancora un po’!
C’è il sole
dietro la curva.
Una moltitudine è in viaggio
prima di te, degli altri.
La vita
sei tu.
Avanti
senza fermarsi.
È bello camminare … camminare…..
insieme!

Leggi tutto