Storia

Il pellegrinaggio giudiziario minorile belga tra curiosità storiche e testimonianze filmiche: “La retta via”

A cura di Maria Pia Fontana

 L’approfondimento storico ci svela che la pratica del pellegrinaggio è antichissima, tanto che nelle grotte di Lascaux e di Rouffignac, nella Francia centro meridionale, esistono raffigurazioni di marce rituali di adolescenti risalenti a ventimila anni fa che, presumibilmente, servivano come riti iniziatori.

I protagonisti de "La Retta Via"

I protagonisti de “La retta via”   

L’occasione di questa riflessione scaturisce da un invito a partecipare alla proiezione del documentario “La retta via” (2009) di Roberta Cortella e Marco Leopardi che il Gruppo fotografico e video “Waiting for Salgado”, rappresentato dal dott...

Leggi tutto

VISITA AL MULINO PRIMO PASSO

Mulino Primo Passo

Mulino Primo Passo

A cura di Giuseppe Schermi

 “Il mulino ha l’orgoglio dell’esperienza senile e cerca finanziatori che tornino a far girare la ruota maestra. Nel frattempo egli torna a ripetere oggi come ieri: ‘son Mulino Primo Passo, chiddu ca pozzu fazzu!’”

Un mulino ad acqua del Settecento, per cui il tempo si è fermato agli anni ’60, momento in cui l’ultimo mugnaio andò in pensione vinto dall’era industriale. Un limoneto centenario, le cui radici si sollevano dalla terra come catene montuose dal mare, contro le credenze agronomiche e la selezione in laboratorio di varietà globalizzate. Ed un campo di grano biologico, dove la spiga lotta con le altre erbe testa a testa a chi tocca per prima l’azzurro del cielo...

Leggi tutto

IL MATRIMONIO NELLA CULTURA CONTADINA SICILIANA TRA ‘800 E ‘900

 downloadA cura di Maria Cristina Torrisi

“Diversamente dall’uomo, la donna si sposava prestissimo ( i mesi designati erano tutti tranne maggio, agosto e novembre perché mal augurali) e per prima doveva toccare alla figlia maggiore, alla quale al corredo già si pensava alla giovanissima età.”

 Le usanze

 << A fimmina di diciotto e l’omu di vintottu >> recitava un antico detto siciliano. In effetti, già nel XIX e XX sec., era questa l’età dei contraenti il matrimonio poiché l’uomo, per ragioni economiche, era spesso costretto a pazientare. Lo <<schiettu>> (scapolo) doveva riuscire a mettere qualcosa da parte per  le spese del fidanzamento e poi del matrimonio...

Leggi tutto

ACIREALE: 8 AGOSTO 1943

A cura di Mariella Di Mauro

“Ad Acireale, gli ultimi giorni di luglio erano stati molto difficili, la città, nonostante sede di ospedali, fu ripetutamente bombardata sia dal mare che dall’aria.”

La mattina dell’8 agosto del 1943, la 50° divisione di fanteria inglese, seguendo il percorso della ferrovia e la statale 114, giunse alla stazione di Acireale e dopo aver superato gli ostacoli frapposti dai guastatori tedeschi, che avevano fatto saltare il ponte sulla ferrovia con enormi piazza 076cariche di esplosivo, occuparono la città. Altri gruppi inglesi, contemporaneamente, occuparono la parte ovest di Acireale bloccando i nemici che sparavano da Piano d’Api...

Leggi tutto

LE FATE

A cura di Mariella Di Mauro

“Le fate  presiedono alla nascita di ogni uomo, sono amorevoli coi buoni, malevole e capricciose con i cattivi.”

395px-Dame

Oltre ad essere l’età dei barbari, dei cavalieri, dei principi, il medioevo è anche il tempo delle fate. La fata è un essere etereo e magico, una sorta di spirito della Natura. Il suo nome proviene dal derivato latino delle Parche, “Fatae”, ovvero coloro che presiedono al Fato  o Fatum  cioè destino. La patria delle fate è l’Irlanda, hanno sembianze di eterne fanciulle e presiedono al destino dell’uomo, dispensando vizi o virtù...

Leggi tutto