Racconti tagged posts

“EFFETTI COLLATORALI”, I RACCONTI DI ROSARIO RUSSO

INTERVISTE E REPORTAGE/RECENSIONI

Servizio di Maria Cristina Torrisi

 

 

 

Leggi tutto

IN “EFFETTI COLLATERALI” UNA SICILIA CHE SI TINGE DI GIALLO

9788893414180_0_0_626_75

Recensioni

Maria Cristina Torrisi Editore e Direttore di Nuove Edizioni Bohémien

Maria Cristina Torrisi
Editore e Direttore di Nuove Edizioni Bohémien

A cura di Maria Cristina Torrisi

Una Sicilia ricca di tradizioni, avvolta nel mistero, e che si tinge di giallo. Insomma, ancora da “scoprire” ma anche da “riscoprire”. E’ l’Isola proposta nelle pagine del nuovo lavoro di Rosario Russo. Autore acese, dalla raffinata penna per il metodo stilistico e l’indagine critica e puntigliosa con cui descrive contesto e personaggi, riconferma i tratti caratteristici della sua scrittura. E’ narrazione attaccata e radicata alla Sicilia e alla città d’origine, Acireale. Ma non solo. Quanti possono inorgoglirsi di seguirlo sono a conoscenza dell’amore del Russo per la storia,  la memoria e le vicende degne di essere tramandate ai posteri.

9788893414180_0_0_626_75

D...

Leggi tutto

Le notti bianche di Dostoevskij

IMG-20200114-WA0009

Recensioni ed Eventi
A cura di Sara D’Angelo

Un classico firmato Fëdor Dostoevskij. Un romanzo con un velo di poesia.

IMG-20200114-WA0009
Il protagonista è un giovane, un’isola di uomo dimentico di sè stesso che vive la sua vita fertile di solitudine. È un sognatore incline alla malinconia, la sua realtà è distorta da fantasmi e fantasie che lo seguono e inseguono ovunque. È un uomo estraneo a sè stesso, sconosciuto al mondo. Trascorre le notti vagando in una Pietroburgo che lo ospita con indifferenza, la sua è una presenza spenta e una grande città assorbe respiri di vita accesa soltanto.
Nessuna notte è una notte qualunque. Lo è ancora di più per chi fa della propria notte un sogno tenuto ben distante dal sonno.
La magia di Pietroburgo è quella di una città abituata alle notti bianche, il co...

Leggi tutto

RACCONTI: IL CAMPANILE

IMG-20190902-WA0020

Racconti

IL CAMPANILE

di Antonino Leotta

C’erano tre piccoli laghi in Val Venosta: il Lago di Resia e quello di Curon vicini e, poco distante, il Lago di San Valentino alla Muta.

DSCN3493

L’abbondanza d’acqua spinse la “Montecatini” a chiedere -nel 1920- di utilizzare il sito per produrre energia idroelettrica. Passarono trenta anni e nel 1950 venne realizzato il progetto con la costruzione di una diga. Un progetto per un servizio pubblico. Ma quel progetto costò a circa duecento famiglie la espropriazione di case e terreni. Dicono che le lacrime degli abitanti avrebbero potuto dare vita ad un altro lago. Scomparve l’antico Comune di Curon Venosta e una parte del territorio di Resia che vennero, in parte, ricostruiti sulla collina sovrastante.
Ma, in quella amara circostanza, la Sovra...

Leggi tutto

AD ACIREALE PREMIATI I VINCITORI DI “RACCONTI DI DONNA”

5

RECENSIONI ED EVENTI

A cura di Giusy Pagano

5

Una serata che ha raccolto grandi encomi quella che ha visto la premiazione dei partecipanti al Concorso Letterario “Racconti di donna Antonella Calì”, svoltasi ieri nella sala Pinella Musumeci della Villa Belvedere di Acireale, e dedicato quest’anno a Giovanna Zizzo ed a Vera Squadrito, le mamme di Laura e Giordana, vittime di femminicidio.

Quarto appuntamento con le donne che raccontano per passione e che, soprattutto, si raccontano, il Concorso, nato dall’idea dell’Associazione AciGaia, presieduta da Paolo Monaco, vice predidente e’ Marico’ Barbagallo, ha registrato i preziosi interventi della Zizzo e della Squadrito.

1

A dare il via all’evento sono stati il giornalista Antonio Garozzo con Agata Spinto, i quali hanno presentato i ...

Leggi tutto