Cultura e spiritualitĂ 

Franco Battiato, la sua musica “anima e armonia”

battiato

RECENSIONI
A cura di Clara Artale

Franco Battiato, l’anima luminosa che trasporta altrove
“L’anima si nutre d’estasi come la cicala di rugiada”, scrisse Anatole France, straordinario scrittore, che nel 1921 vinse il Nobel per la letteratura. L’anima, così come ce la raccontano i poeti, ha un odore intenso, un’aura luminosa incastonata in un nimbo.

battiato

L’anima non ce la narrano solo i poeti, ma i pittori, gli scultori e via di seguito. Da questa catena lieve non rimane fuori la musica, arte sopraffina. Quando parliamo di musica, armonia e anima, credo che il collegamento all’immenso Franco Battiato sia fulmineo. Siciliano, cantore raffinato ed elegante, è un artista vibrante, come un’emozione intensa...

Leggi tutto

Al SANTUARIO DI MOMPILIERI FESTEGGIAMENTI ALLA VIRGO FIDELIS

received_2393822290934583

Recensioni ed Eventi
A cura di Giusy Pagano
Foto di Sonia Faro

Si è svolto lo scorso 21 novembre, presso il Santuario Madonna della Sciara di Mompilieri, in Mascalucia, la festa Provinciale della VIRGO FIDELIS, Patrona dell’Arma dei Carabinieri.

received_2393822290934583
La cerimonia è stata presieduta dal Vicario Generale della Curia Arcivescovile di Catania, Mons. Salvatore Genchi, ed animata con canti sacri durante tutta la funzione dalle corali: Associazione Artistico Musicale “Giovanni Pierluigi da Palestrina” di Aci S. Antonio (CT) e la “Schola Cantorum Don Salvatore Romeo” di Trecastagni (CT), diretti dal M° Sebastiano Russo e accompagnati alla tastiera dal M° Mariarosaria Pappalardo.

received_479592062901195
Tantissime le AutoritĂ  che hanno partecipato alla cerimonia...

Leggi tutto

25 novembre, le Odi: Rosso

Le Odi
A cura di Graziella Torrisi
La tua vita è cambiata,
brillano i tuoi occhi di luce nuova,
la tua energia si rinnova,
ti sei innamorata!
Non pensi né parli più al singolare,
il tuo vivere è un fine da coronare.

Significato-del-rosso
Hai trovato l’amore.
Aleggiano sogni dorati,
vedi i tuoi passi
segnare luoghi incantati,
una favola,
per amanti appassionati.
Estasiata,
sorridi quando stringi al tuo seno
quel biglietto con scritto “Ti amo”,
contempli
quel variegato bouquet, il primo,
t’inebria dei fiori
l’intenso profumo,
naturali fragranze di aria pura,
sospirato benessere
che ti rende sicura.
Rosso è il fuoco della tua passione,
sei ardore,
sei fiammante Dea
per il tuo grande amore.
Rosso è quel tuo fluente vestito di seta,
indossato per la prima uscita.
Eri elegante, attraente,
tutta per l...

Leggi tutto

Ugo Foscolo consacra la penna scrivendo le 67 lettere di Jacopo Ortis

Internet_20191123_144402_3.jpeg

RECENSIONI
A cura di Sara D’Angelo

La letteratura italiana annovera molti romanzi epistolari consegnati al mondo da autori di stesure immortali. Ugo Foscolo, uno dei principali scrittori del neoclassicismo e del preromanticismo, consacra la penna scrivendo le 67 lettere di Jacopo Ortis, facendone un capolavoro mai imprigionato dalla polvere del tempo.

Internet_20191123_144402_3.jpeg
Il romanzo, prima opera epistolare della letteratura italiana, venne pubblicato per la prima volta a Milano nel 1802. Successivamente fu edito a Zurigo nel 1816 e a Londra nel 1817.
Chiaramente ispirato al Werther di Goethe, l’Ortis di Foscolo ha però una sua unicitĂ  che lo distingue dall’opera tedesca. La vicenda amorosa non è l’unico nutrimento del romanzo, il protagonista si muove dentro
un appassionato confronto con l’ideale po...

Leggi tutto

LE ODI

PhotoEditor_20190930_085800834

LE ODI
A cura di Ludovico Anastasi

L’ATTESA

Dovresti tornare come madre sollecita al tuo nido. Nei secoli dei secoli inascoltato ripetuto richiamo. Non far si che l’ultimo degli appelli sia il piu’ disperato. All’Io Sono Colui che E’, non fa stile trovare vuoto il suo nido.

FEROCE INSONNIA

Mi ci vorrebbero tavolozza, pennelli, colori e tela. Scrivere non basta, non rende l’idea esatta, non fa giustizia dello stigma. Nemmeno una foto sarebbe veritiera, ne’ possiedo una buona macchina fotografica. Che scena stupida! Io i chicchi d’uva, il trancetto con nutella, le volute di fumo delle sigarette e la verita’, quella vera, a me stesso ignota. Ditemi: quale la penna per tanta ignominia? Forse sarebbe meglio prendere tutto, la morte stessa, la sua idea, molto alla larga.

PhotoEditor_20190930_085800834

E appoggiato alla...

Leggi tutto