LE ODI

PhotoEditor_20190919_130822447

LE ODI

A cura di Ludovico Anastasi

MONOLOGO CON DIO

Quando Ti desidero in anima e corpo mi perdo. Quando nel sorriso d’incanto di una donna Ti svelo, io cado. Non esiste mente che regga il Tuo sguardo. Bisogna che muoia a me stesso. Ma sono d’ibrido impasto, terreno argilloso alla frana vocato. Tu sei al di la’ di ogni canto. Tu sei inascoltato silenzio. Il guaio e’ quando un sigillo imprimo al fuoco di un attimo. Pare essere un gioco, m’illudo, ed ho corto il respiro.

PhotoEditor_20190919_130822447

DI MIA POVERA IRONIA

Il bosco, il sottobosco o addirittura tutto l’universo al chiuso di una stanza. Non si dipinga il poeta con malagrazia, ha stelle in spalla lungo la frontiera dietro la porta. Roba da giganti, da farci un carro di cartapesta.

ANAGRAFE

Lieve, gentile, sulla superficie del silenzio mi colloco dopo tan...

Leggi tutto

Recensioni: I dolori del giovane Werther

IMG-20191017-WA0000

RECENSIONI

A cura di Sara D’Angelo

«Come sono contento di essere partito! Amico mio carissimo, che cos’è mai il cuore dell’uomo! Aver abbandonato te, che amo tanto, dal quale ero inseparabile, e sentirmi contento! Ma so che mi perdonerai.»

IMG-20191017-WA0000
Il romanzo epistolare di Johann Wolfgang Goethe fu pubblicato nel 1774. Le lettere che lo compongono sono state scritte dal mese di maggio 1771 al mese di dicembre dell’anno dopo.
Werther è Goethe. La letteratura rende pubblico l’amore di Goethe per una ragazza che risponde al nome di Charlotte Buff conosciuta a Wetzlar e fidanzata con Johann Christian Kestner. Il tragico epilogo del romanzo invece, è il fedele ritratto del suicidio di un suo amico, Karl Wilhelm Jerusalem, sentimentalmente coinvolto in un amore impossibile per una donna sposata...

Leggi tutto

LE ODI

PhotoEditor_20190919_131039869

LE ODI

A cura di Ludovico Anastasi

RICORDI

Nonostante le sollecitazioni del presente io vivo di ricordi, di quelle bonacce e fronde da me governate come un dio di quarta serie. Gli accadimenti odierni mi provocano dolori addominali.

IL PARADOSSO

E non ci sono angeli che tengano. Nel suo abito elegante la vita ci figlia con parole prestampate. In fondo e’ la morte che non mente nel suo silenzioso metterci da parte.

CICLONE NOTTURNO

Armata d’anime in pena fin dentro le case raffica a ricercar la vita e a delusa speranza assurda fuori imbestialisce e sdradica.

PhotoEditor_20190919_131039869
DI MIA ANIMA STANCA

E degli eventi lo stesso ciclo intatto, il desolato...

Leggi tutto

RECENSIONI: “Frantumi di calma apparente”

frantumi-di-calma-apparente

RECENSIONI ED EVENTI
A cura di Edizioni Effigi

Rivedendo “Frantumi di calma apparente” da vicino, viene da
smentire fin da subito, anche ad una nuova lettura, le affermazioni di quelli che tenderebbero a definirlo soprattutto «un affresco».

frantumi-di-calma-apparente
L’affresco c’è, ma a dargli colore e a guidarvi il lettore, come il filo d’Arianna nel labirinto, c’è il personaggio principale, voce dell’autore per un verso, ma anche figura e carattere che l’autore, per poter giudicare, considera sempre un po’ a distanza. Cosa è, infatti, per Cipresso l’impiegato tuttofare Sergio? Il presente e il futuro che
il libro mostra e annuncia? Quei «Frantumi di calma apparente» del titolo, appunto, ricordano un ordine e una felicità spesso apparente...

Leggi tutto

Mariarita Sgarlata, una vita dedicata alla cultura

Avola, 10 dicembre 2016, sala Frateantonio. Presentazione del testo della professoressa  Mariarita Sgarlata  “L’eradicazione degli artropodi. La polit ica dei beni culturali in Sicilia" organizzata da Archeoclub Avola

Archeologia & Dintorni
A cura di Clara Artale

Mariarita Sgarlata, una vita dedicata alla cultura. Oggi l’ultimo saluto presso la basilica di Santa Lucia al Sepolcro a Siracusa.
Il mondo dell’archeologia ha perso una stimatissima professionista. Mariarita Sgarlata ha lasciato questo mondo, dopo aver dimostrato, anche in questo campo, che il coraggio di certo non le mancava. Stamani, mercoledì 2 ottobre, sarà celebrato il funerale alle ore 10, presso la basilica di Santa Lucia al Sepolcro.

MS_PRINCIPALE
Un’esistenza, la sua, dedicata alla cultura: ex assessore regionale ai Beni culturali, professoressa associata di Archeologia cristiana e medievale, ispettrice della Pontificia commissione di archeologia sacra, consulente dell’ex ministro per i Beni e le attività culturali Alberto Bonisoli e consigl...

Leggi tutto