romanzo tagged posts

ADA E INCUBUS, UN LIBRO “CATARTICO”

Copertina-C-Torrisi-2

Recensioni ed Eventi

A cura di Ludovico Anastasi

IMG_20200918_004107_069

Ogni libro ha una sua caratteristica, un suo animo, un suo perché.

Cristina è riuscita a coniugare questi tre elementi con grande coraggio, mettendosi a nudo, svelando il suo dolore esistenziale, cercando di capirne le origini, colpevolizzandosi, a volte, per le sue fragilità, per gli urti con il mondo esterno che nelle sue prime decadi di vita aveva vissuto con la grazia dell’innocenza interiore. Poi qualcosa è cambiato: il mondo, gretto, spietato, le presentava i conti. Dire che il romanzo di Cristina è bello è dir poco. Stile gotico o noir non importa. E’ il suo: elegante, affascinante. Salta dal passato al presente e viceversa, con estrema facilità.

Copertina-C-Torrisi-2

Bella la distinzione tra la voglia di mettersi in pantofole davanti ...

Leggi tutto

PRESENTATO IERI “ADA E INCUBUS”, IL ROMANZO DI M. CRISTINA TORRISI

IMG_20200918_075838_485

Recensioni ed Eventi

A cura di Domenico Torrisi

Accompagnata dai motivi originali del maestro Salvatore la Carruba e dalla lettura di alcuni brani dalla voce dell’attore acese Carmelo Rosario Cannavò, si è concretizzata, ieri sera, nel cuore della città, presso la Sala Costarelli, la presentazione del romanzo di Cristina Torrisi.

IMG_20200918_075838_485

IMG_20200918_075838_513

IMG_20200918_003838_942

IMG_20200918_004107_069

IMG-20200918-WA0022

IMG-20200917-WA0049
“Ada e Incubus, rivelazioni di una notte” ha coinvolto i presenti in una appassionata “lettura” di Antonino Leotta.
Cristina Torrisi è apparsa, in fulgente serenità, nell’offrire il suo lavoro letterario che lascia trasparire i tormentati segni di un suo vissuto. Si respirava l’aria di un canto libero tra la cerchia di amici che hanno voluto sfidare le regole condizionanti del coronavirus.
Dopo le immagini iniziali del book trailer che con...

Leggi tutto

“ADA E INCUBUS, RIVELAZIONI DI UNA NOTTE”. IL NUOVO ROMANZO DI M. CRISTINA TORRISI

Copertina-C-Torrisi-2

Recensioni ed Eventi

A cura di Antonino Leotta

Cristina ha scritto la storia di Ada.

Ada è una delle protagoniste di una storia di amore tradito.

Il mio compito è quello di introdurre il lettore all’incontro con la storia di Ada  -tradita nell’amore-  scritta da Cristina.

Una delle opportunità più confacenti per ricostruire una storia è quella di venire in possesso del diario del protagonista. Perché la semplice conoscenza diretta di una persona, pur se ricca di particolari,  può mantenere dei limiti. Può fermarsi a cogliere soltanto i tratti esteriori.

Il diario, invece, è la lettura dell’anima. Penetra nei segreti nascosti di un animo che vive il proprio dramma esistenziale...

Leggi tutto

Le notti bianche di Dostoevskij

IMG-20200114-WA0009

Recensioni ed Eventi
A cura di Sara D’Angelo

Un classico firmato Fëdor Dostoevskij. Un romanzo con un velo di poesia.

IMG-20200114-WA0009
Il protagonista è un giovane, un’isola di uomo dimentico di sè stesso che vive la sua vita fertile di solitudine. È un sognatore incline alla malinconia, la sua realtà è distorta da fantasmi e fantasie che lo seguono e inseguono ovunque. È un uomo estraneo a sè stesso, sconosciuto al mondo. Trascorre le notti vagando in una Pietroburgo che lo ospita con indifferenza, la sua è una presenza spenta e una grande città assorbe respiri di vita accesa soltanto.
Nessuna notte è una notte qualunque. Lo è ancora di più per chi fa della propria notte un sogno tenuto ben distante dal sonno.
La magia di Pietroburgo è quella di una città abituata alle notti bianche, il co...

Leggi tutto

RECENSIONI: Storia di una capinera

IMG-20191106-WA0001

Recensioni ed Eventi
A cura di Sara D’Angelo

Storia di una capinera è il romanzo di Giovanni Verga che in poco più di cento pagine racconta, in forma epistolare, la travagliata storia di Maria, promessa sposa di Cristo, rinchiusa in un convento di Catania.

IMG-20191106-WA0001

La prima pubblicazione ufficiale del romanzo è del 1871. Come lo stesso Verga ammette, il romanzo è “quasi” la sua autobiografia. Quando nel 1854 la famiglia Verga dovette allontanarsi da Catania per sfuggire al pericolo del contagio dell’epidemia di colera, egli appena quindicenne, s’innamorò di Rosalia, un’ educanda del monastero di San Sebastiano in quel di Vizzini.
“Aveva visto una povera capinera chiusa in gabbia: era timida, triste, malaticcia...

Leggi tutto