Monthly Archives novembre 2019

LE ODI

LE ODI
A cura di Ludovico Anastasi

E tutto si somatizza ed anche di premura subendo le bastonature alla nuca da parole impastate a imbracatura alla vita. La stessa che per equivoci, per clandestini pensieri, sin da bambino s’addiziona in somma amara.

PhotoEditor_20190930_085800834

Ah questa strana calma che prelude ad audaci azioni come farfalla dalle smorte ali che si lascia morire sopra un fiore.

TEMPORALE

E adesso viene giu’ come belva ferita dalla anomala novembrina calura, la pioggia. E’ protagonista assoluta, le strade in fiumi trasforma. Chiama il vento a congiura. Narcisa e sicura costringe le piante alla lotta. Non si puo’ rubare per lungo tempo la scena a cosi’ gran primadonna.

DEL MIO FALLACE ESSERE

Degli opposti in quale alambicco il transito? Trattenuta a fior di labbra senza precisa rabbia sinistra ...

Leggi tutto

Catania, a Villa Manganelli “Perché ti amo. Ragione o follia?”

received_479797505968308

Recensioni ed Eventi

A cura di Rosalda Schillaci
Foto di Antonio Giuffrida

La meravigliosa cornice della sala conferenze di Villa Manganelli – opera dell’architetto Ernesto Basile e uno dei set del celebre film “Il Gattopardo” di Luchino Visconti – lo scorso 7 novembre ha ospitato la conferenza organizzata dai “Cavalieri Pythias, Dominio d’Italia” dal titolo: “Perché ti amo.

received_1114844498718717

Ragione o follia?” tenuta dal magnifico Relatore l’ Avv. Prof. Matteo Licari, docente universitario di Sociologia dei gruppi.

received_1184649665067652
Dopo una breve suggestiva introduzione – con il giuramento dei Cavalieri Pythias all’inpiedi – pronunciato dal dott. Iosto Palumbo, ha preso la parola il presidente dott. Angelo Gentile per presentare il dott...

Leggi tutto

RECENSIONI: Storia di una capinera

IMG-20191106-WA0001

Recensioni ed Eventi
A cura di Sara D’Angelo

Storia di una capinera è il romanzo di Giovanni Verga che in poco più di cento pagine racconta, in forma epistolare, la travagliata storia di Maria, promessa sposa di Cristo, rinchiusa in un convento di Catania.

IMG-20191106-WA0001

La prima pubblicazione ufficiale del romanzo è del 1871. Come lo stesso Verga ammette, il romanzo è “quasi” la sua autobiografia. Quando nel 1854 la famiglia Verga dovette allontanarsi da Catania per sfuggire al pericolo del contagio dell’epidemia di colera, egli appena quindicenne, s’innamorò di Rosalia, un’ educanda del monastero di San Sebastiano in quel di Vizzini.
“Aveva visto una povera capinera chiusa in gabbia: era timida, triste, malaticcia...

Leggi tutto

LE ODI

LE ODI
A cura di Ludovico Anastasi

LE ALBE

Tante ne vidi tra fessure di palpebre stanche, furioso nell’indossare jeans e maglione, le fresche ferite degli incubi, l’acqua ghiacciata sul ghigno del viso. Dicono avessi un bel sorriso nel sonno di bimbo. Sopravvivere germina luce remota. Oh esecrabile notte d’insonnia mi porteresti indenne a rimorchio dell’aurora?.

PhotoEditor_20190930_085800834

Le Odi

Forse in qual forma, in quale stato che sia, dentro covile o cuna, e’ funesto a chi nasce il di’ natale. Da Canto notturno di un pastore errante dell’Asia di Giacomo Leopardi.

Le Odi

E stabilimmo fra di noi risate arcaiche, patto tra gentiluomini d’altri tempi, dai vissuti magri, poveri allo sbaraglio dalla sorte stampati in serie nei millenni e che semplicemente avrebbero voluto veder sbocciare le rose nelle loro vite.

Leggi tutto