Memorie

IIDEGARDA DI BINGEN, DONNA E SANTA “A FUROR DI POPOLO”

A cura di Giuseppe Vecchio

“Il 10 Maggio di quest’anno l’attuale pontefice Benedetto XVI ha deciso di proclamarla santa, estendendone il culto liturgico alla Chiesa universale, tramite una canonizzazione equipollente.”

Ildegarda di Bingen

Ildegarda di Bingen

“Dinanzi agli occhi nella visione mistica ho chiaro che ti comporti come un bambino, anzi come un pazzo: Sta’attento a comportarti in modo che la  grazia di Dio non si allontani da te!” Queste parole, tratte da un’epistola a Federico Barbarossa, decisamente poco lusinghiere, sono state indirizzate all’imperatore del Sacro Romano Impero, colui che sedò la rivolta dei comuni lombardi, facendo radere al suolo la città di Milano...

Leggi tutto

I viaggiatori nella Sicilia del ‘700

A cura di Graziella Graziano

“Al fondaco, sopra Bronte, pranzammo nella scuderia, secondo l’uso del paese, in compagnia dei cavalli, delle mule, dei maiali, delle galline e dei cani, proprio un’arca di Noè. Ci si troverebbe davvero male in simili locande se non si avesse cura di portare con sé qualche provvista.”

Sfogliando qualche giorno fa un libro sulla storia postale in Sicilia, ho letto con curiosità la descrizione dei disagi che dovevano affrontare i corrieri per  smistare la corrispondenza.

Etna

Etna

Questa curiosità mi ha portato a passare dai  disagi affrontati dal corriere postale a quelli di un  viaggiatore tout court.

Interessante a questo scopo è l’opera in 4 volumi dell’Abate Saint-Non “Viaggio pittoresco ovvero descrizione dei Regni di Napoli e di Sicilia”, pubb...

Leggi tutto

CATANIA ED I GIOVANI ARTISTI NELL’800

“Ai giovani non venivano offerti solo  contributi in denaro, ma veniva data loro la possibilità di esibirsi presso i Circoli, i saloni delle case patrizie, i teatri o la sala Comunale di Catania.”

F.P.Frontini

F.P.Frontini

Continuando a spulciare le pagine della “Cronaca” di Cristoadoro ho trovato molte notizie, ma ne citerò solo alcune, relative ad iniziative  delle Autorità o di semplici cittadini per aiutare  giovani artisti catanesi a perfezionare gli studi.  Nell’ottobre del 1878 c’è una disposizione del Consiglio Comunale di prolungare “il mantenimento di altri secondi tre anni a Salvatore Malerba Gambino per lo studio della musica in Napoli nello stipendio di £ 3 al giorno”,  che verrà  rinnovata nel 1881, mentre nel 1883 gli sarà  accordato un  contributo di 1500 lire  ...

Leggi tutto

MARGHERITA DI SAVOIA, PRIMA REGINA D’ITALIA

“In occasione della visita a Napoli con il marito Umberto I, ebbe occasione di mangiare in un ristorante partenopeo un cosciotto di pollo, portandoselo alla bocca con le mani. Per tale motivo, il popolo formulò il celebre detto: “Anche la regina Margherita mangia il pollo con le dita”.

viaggio1La pizza Margherita è uno dei simboli che più ci rendono orgogliosi di essere italiani, e che meglio caratterizzano la nostra identità nazionale. Il nome deriva dalla regina Margherita, alla quale fu dedicata questa specialità napoletana, quando giunse nella città campana...

Leggi tutto

AGIRA

Per la posizione strategica del sito che le origini di Agira, si perdono nella preistoria, tra mito e ricerca archeologica.”

 agira1

Fig. 1 Stampa di Agira fatta eseguire da Saint Non in occasione del suo viaggio in Sicilia (1781 – 1786)

 

 “ ……paese mio che stai su una collina, disteso come un vecchio addormentato……” Infatti, avvicinandoci ad Agira, colpisce il suo svilupparsi adagiata sul fianco del monte Teja, dalla vetta fino al piano, dai resti del castello, che da lontano danno un’idea della sua maestosità, ai campanili che svettano tra i tetti delle case.

Il monte Teja è un arco naturale di roccia con un’altezza di 824 m. ed è l’epicentro di un’area che comprende le valli del Dittaino e del Salso e la parte occidentale della Piana di Catania.

E’ una delle ...

Leggi tutto