Monthly Archives settembre 2019

LE ODI: CAINO E ABELE

220px-Italian_School_-_Cain_Killing_Abel,_mid-17th_century,_(Gaetano_Gandolfi,_1734-1802)

Le Odi

A cura di Ludovico Anastasi

220px-Italian_School_-_Cain_Killing_Abel,_mid-17th_century,_(Gaetano_Gandolfi,_1734-1802)

E andai a letto senza tentare neanche un verso, grave mancanza di polso per chi nei ricordi passa quasi tutto il suo tempo. Per me il memorare e’ scala verso il cielo. Forse per te delle ore uno scempio. Per compiacenza al padre rinnegasti la materna casa dei giochi. Oppressi dai torti fummo prova di un concerto da fischi. Cosi’ ti rinnegai suscitando lo sconcerto dei morti.

Leggi tutto

SERATA FINALE XI CONCORSO POETICO LETTERARIO AL SANTUARIO DI LORETO

received_689415144894149

RECENSIONI ED EVENTI
A cura di Giusy Pagano

Si è svolta lo scorso 5 settembre, presso il santuario Maria SS. di Loreto/Balatelle di Acireale, la serata finale di premiazione ai dell’XI Concorso Poetico Letterario Maria SS. Di Loreto.

received_1239239502942935

La manifestazione ha registrato una nutrita partecipazione di pubblico che ha applaudito ed apprezzato tutte le opere classificate.
L’evento è stato curato e condotto da Francesco Leonardi, collaborato durante la serata, per la consegna delle targhe e degli attestati, da Giovanni Sciacca e Rosita Battiato.

received_539772086825196
La serata ha avuto inizio con la declamazione della poesia di Giacomo Leopardi “L’infinito”, uno dei testi più famosi che ha compiuto 200 anni dalla stesura e che è stato interpretato dalla voce di Pina Gangemi.
Nel corso della serata, sono stati ese...

Leggi tutto

RACCONTI: IL CAMPANILE

IMG-20190902-WA0020

Racconti

IL CAMPANILE

di Antonino Leotta

C’erano tre piccoli laghi in Val Venosta: il Lago di Resia e quello di Curon vicini e, poco distante, il Lago di San Valentino alla Muta.

DSCN3493

L’abbondanza d’acqua spinse la “Montecatini” a chiedere -nel 1920- di utilizzare il sito per produrre energia idroelettrica. Passarono trenta anni e nel 1950 venne realizzato il progetto con la costruzione di una diga. Un progetto per un servizio pubblico. Ma quel progetto costò a circa duecento famiglie la espropriazione di case e terreni. Dicono che le lacrime degli abitanti avrebbero potuto dare vita ad un altro lago. Scomparve l’antico Comune di Curon Venosta e una parte del territorio di Resia che vennero, in parte, ricostruiti sulla collina sovrastante.
Ma, in quella amara circostanza, la Sovra...

Leggi tutto